Like e Dislike su Youtube

Introduzione

La piattaforma di youtube è popolata da ragazzi che caricano video a proposito di quello che fanno e di quello che pensano, sono chiamati gli youtubers.

Da questo passatempo si aspettano commenti e giudizi positivi, quello di cui però non si rendono conto è il fatto che questi potrebbero essere anche negativi e che loro devono riuscire ad affrontarli.

Aspetto storico/sociologico

Oggi, per sapere se un video ti è piaciuto o meno, sono presenti, oltre ai commenti, l’unità di misura del “pollice”: il “pollice in sù” allude al “mi piace” o “like” mentre il “pollice in giù” allude al “non mi piace” o al “dislike”.

Ma non è sempre stato cosí, infatti prima l’unità i misura di gradimento dei video era ben diversa, si utilizzavano le “cinque stelle”.

Se selezionavi tutte le cosiddette “cinque stelle”, significava che ti piaceva molto il video, se invece ne selezionavi solo una, ti piaceva di meno.

Aspetto psicologico/patologico

Ai giorni d’oggi la situazione è un po’ degenerata poiché questa modalità è diventata un modo per diventare “famoso” e un modo per guadagnare.

Ma tutte le persone hanno le loro preferenze quindi un video può piacere come no e, a sua volta, ci può essere una percentuale di “mi piace” e di “non mi piace”.

I “dislike”, per i ragazzini con scarsa autostima di sé, a cui importa più il giudizio degli altri rispetto a ciò che gli piace fare, possono equivalere ad un commento negativo, il quale può portare allo sconforto del neo-youtuber e all’eventuale successiva depressione.

Aspetto educativo

Educativamente i metodi delle “cinque stelle” e dei “like” portano a delle conseguenze negative come ad esempio il voler avere tanti like facendo video estremi e mettendo in pericolo la loro vita evidenziando magari questo fatto con un titolo detto “clickbait”, cioè un titolo interessante che porta gli iscritti a guardare il video. Oppure a un complesso di inferiorità portata da una percentuale molto alta di “dislike” o, al contrario, di superiorità perché con molti “like”, lo youtuber si ritiene famoso e importante e comincia a, appunto, assumere atteggiamenti di superiorità verso quelli che ne hanno meno.

Conclusioni

Per questi motivi se un ragazzo vuole cimentarsi nel pubblicare video su YouTube deve essere consapevole che, le persone che lo vedranno, potranno avere giudizi positivi o negativi su di esso e quindi deve avere la forza di superarli e di non pensarci troppo.