YouTube Kids

Introduzione

Youtube Kids è un’applicazione che riproduce video per bambini, ed è stata sviluppata successivamente alla creazione di Youtube.

A seconda dell’età del fanciullo l’applicazione, tramite un’accurata cernita, proporrà contenuti differenti per i più piccoli ad esempio ci saranno cartoni animati.

I bambini più grandi i cosiddetti “Tweens” ,utenti con età compresa tra gli 8 e i 12 anni, avranno a disposizione anche video musicali e di gameplay, contenuti che sono di maggiore interessa a quest’età.

Si può inoltre attivare il parental control, che darà la possibilità ai genitori di decidere quali canali o video potranno essere visti dai figli.

Aspetto storico/sociologico

Youtube kids è stata rilasciata il 23 Febbraio 2015 come applicazione per dispositivi mobili Android e iOS, per le smart TV LG, Samsung e Sony.

A partire da novembre 2017, l’app è disponibile in 37 paesi con più di 11 milioni di utenti attivi settimanali e più di 70 milioni di visualizzazioni nell’app.

Dall’11 Settembre 2018 è disponibile anche in Italia. Infine dal febbraio 2019 Youtube Kids è disponibile in 60 paesi.

Aspetto psicologico e problematico

L’app è stata ideata per permettere ai bambini di guardare contenuti adatti alla loro età e non video che potrebbero turbarlo o “traumatizzarlo”.

Questo perchè alcuni video disponibili nella versione originaria,Youtube, se visti precocemente oltre ad essere inappropriati potrebbero influenzare il  percorso di crescita del bambino.

Al giorno d’oggi i bambini hanno più facilmente accesso al web e non sempre vengono sorvegliati dagli adulti, in quanto può essere considerato momento di svago sia per i piccoli che per i grandi o come modalità d’ intrattenimento per i bimbi .

Questa possibilità che i piccoli hanno al giorno d’oggi non è sempre positiva, in quanto anche erroneamente il bimbo potrebbe incappare in contenuti inappropriati che da solo, difficilmente può comprendere.

Un delle critiche sull’app dei gruppi di difesa riguarda in particolare la Campagna per un’infanzia senza pubblicità, in quanto ritengono che quest’ultime potrebbero essere inappropriate per il pubblico di destinazione.

Un’altro accusa che è stata fatta è che a volte al lavoro di filtraggio sfuggono alcuni video,un esempio potrebbe essere: una canzone viene bloccata ma un altro canale la pubblica questo videoclip potrebbe sfuggire ai controlli e apparire come accessibile al bambino.

Aspetto educativo

Quest’applicazione presenta alcune caratteristiche che permettono al piccolo di divertirsi in modo sicuro.

Una funzione importante per rendere Youtube Kids un’app che potrebbe essere considerata educativa è il whitelisting manuale, modalità con cui i genitori possono accedere alle impostazioni dell’app, visualizzare il profilo del figlio e attivare l’opzione “Solo contenuto approvato”.

C’è quindi la possibilità di selezionare manualmente i video a cui i loro figli possono accedere attraverso YouTube Kids. Questa opzione potrebbe aiutare i genitori a sentirsi più a loro agio a lasciare che, i loro figli navighino liberamente nell’app.

Quest’ aspetto dell’applicazione è importante perché permette all’esperienza di guardare un  video di diventare educativa, perché dà la possibilità al bambino di apprendere informazioni in modo diverso, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie e dei social network.

Inoltre è importante sottolineare che può essere trasformato anche in un momento significativo, se la visione del video è accompagnata dalla presenza di un adulto significativo.

Conclusioni

In conclusione Youtube Kids, è un’app che permette ai bambini di usufruire di un servizio a cui anche gli adulti possono accedere grazie a Youtube, quindi se usata in modo corretto, seguendo alcune accortezze può permette ad un’utenza più piccola di impare, divertirsi e intrattenersi in quasi totale sicurezza.